.
Annunci online

codadilupo
Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate. (Bertrand Russell)
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 231971 volte


                 

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica,
tanto e' vero che viene aggiornato senza regolare periodicita'.
Pertanto non puo' considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Questo Blog costituisce una sorta di diario personale
in cui l’autore, prendendo spunto da vari argomenti,
sviluppa un proprio personale discorso,
aprendolo al commento di terzi.

Chiunque ravvisasse in questo Blog del materiale che
ritenesse di propria appartenenza puo' segnalarlo all’autore,
che provvedera' alla rimozione immediata dello stesso.




 

                       
Romania, piacere di conoscerti
30 gennaio 2009

Leggendo le cronache di questi giorni mi è venuta in mente una campagna pubblicitaria promossa dal governo rumeno - “Romania, piacere di conoscerti” – a seguito dell’uccisione, da parte di un rumeno, di Giovanna Reggiani, una donna di 47 anni colpevole di tornare a casa dopo un pomeriggio passato in centro a fare spese. Una campagna rassicurante, diplomatica, tesa a prospettare un quadro del rumeno immigrato come risorsa e non come minaccia alla convivenza. Ha ragione il governo rumeno. Occorre aprire un credito. Non si può generalizzare e sparare sul mucchio. ma la fiducia è sempre e solo condizionata. Perchè poi però leggiamo di una banda di rumeni che sequestra sevizia ed uccide una coppia di anziani in Veneto. Poi di un altro branco che non sa come ammazzare il tempo. E allora, invece di andare al cinema o al bar a fare una partita a boccette si vanno a cercare coppiette: per violentare lei e riempire di botte lui. Ci provi una prima volta ma la macchina ha il bagagliaio troppo piccolo per rinchiuderci il fidanzato. Meglio di no, non sarebbe piacevole abusare senza aver risolto la vertenza con il compagno che magari oserebbe pure difendere la sua donna. Allora cerchi la macchina giusta e fai lo schifo che devi fare. Così, per passare una serata nel paese di Pulcinella che ti ospita, che si preoccupa di integrarti, che magari processa i suoi cittadini come incalliti razzisti se si permettono di rivendicare il valore di una regola. Romania, piacere di conoscerti. Poi, nelle stesse ore, scopri un altro gruppo che sequestra una prostituta bulgara a Padova e la conduce a Piacenza violentandola e turno in qualche piazzola di sosta. Come se una prostituta fosse un oggetto sacrificale di bassa lega. Una che la dà per mestiere e quindi di per sè in bilico tra prestazione e massacro. Dimenticando che una prostituta, come qualsiasi essere umano, ha il diritto di distinguere tra professione, amore e violenza. Romania, piacere di conoscerti. Ha scritto l’ex direttore dell’Unità Peppino Caldarola sul Il Riformista: “Non tutti i rumeni sono stupratori e violenti, ma molti degli autori di questi stupri sono rumeni”. La sintesi eccelsa di un problema che è irresponsabile ignorare.

p.s: i radicali Bernardini e D'Elia sostengono, dopo una visita al carcere di Rebibbia, che gli stupratori di Guidonia portano evidenti i segni delle percorsse subite in carcere. per par condicio facciano un salto anche dalla vittima. Solo che lì ci sono anche segni indelebili che non si vedono.




permalink | inviato da codadilupo il 30/1/2009 alle 17:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        febbraio