.
Annunci online

codadilupo
Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate. (Bertrand Russell)
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 228540 volte


                 

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica,
tanto e' vero che viene aggiornato senza regolare periodicita'.
Pertanto non puo' considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Questo Blog costituisce una sorta di diario personale
in cui l’autore, prendendo spunto da vari argomenti,
sviluppa un proprio personale discorso,
aprendolo al commento di terzi.

Chiunque ravvisasse in questo Blog del materiale che
ritenesse di propria appartenenza puo' segnalarlo all’autore,
che provvedera' alla rimozione immediata dello stesso.




 

                       
politica interna
La saggezza di Sherlock Holmes e quelle mie idee che non condivido
1 febbraio 2009

Mi ricordo di una vignetta di Altan, con un uomo che riflette e pronuncia una sentenza fulminante: "Sono preoccupato, comincio ad avere idee che non condivido". Personalmente ho cominciato ad avere idee che non condivido. Ad esempio sulla sicurezza e sull'immigrazione. Idee che hanno fatto capolino lentamente, in forma carsica, scavando piccoli fossati nella coscienza e nel sentire. Idee, o forse pregiudizi, che mi hanno allontanato dalla mia vecchia parte politica e culturale, quella dei compagni lavavetro, dei fratelli islamici, del migrante rivoluzionario, del rom sovversivo perchè senza fissa dimora. Quando inizi ad avere idee che non condividi immagini che la realtà si incaricherà di smentirti, di ridurre i tuoi tentennamenti a torsioni senza origine e senza finalità, di riportarti in una casa volterriana di lumi e di razionalità di cui però inizi a sentire con chiarezza il pallore anemico e rassegnato. Allora se ti è venuto il dubbio, solo il dubbio, che esista un nesso tra immigrazione e violenza, tra clandestinità e comportamenti antisociali chiedi solo una cosa: di aprire un quotidiano e trovare la notizia che ribalta tutto, che ti fa sentire uno che ha sparato nel mucchio. Hai puntato il dito contro i rumeni per via dello stupro di Guidonia e di Piacenza? E allora, quasi per riflesso, vorresti leggere di un gruppo di giovani venuti da Bucarest o da Timisoara che salvano una ragazza dal tentativo di strupro perpetrato da un branco di italiani di buona famiglia. Speri nel contrappasso, in qualcosa che abbia la forza di rovesciare una tesi e l'insorgere di un pregiudizio. Poi esci la domenica mattina e compri il moderato Corsera e leggi l'ennesimo titolo: "Nuovo stupro di gruppo: arrestati cinque romeni". Il pregiudizio si allarga, attecchisce come un albero desideroso di crescere e le idee che non condividi iniziano a diventare pensieri chiari e distinti. Perchè, purtroppo, aveva ragione Sherlock Holmes: una coincidenza è solo una coincidenza, due coincidenze sono solo due coincidenze, tre coincindenze sono un indizio.




permalink | inviato da codadilupo il 1/2/2009 alle 14:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio